I responsabili di Expo sono dei monellacci dispettosi


Non è più possibile, a questo punto i casi sono due: o siamo veramente messi male, ma male male, che l’Expo forse è meglio cederlo a qualche paese confinante tipo la Svizzera italiana, oppure ci stanno pigliando letteralmente per il culo. Ci supercazzolano ogni volta senza che manco ce ne rendiamo conto. Preferiamo pensare che i  responsabili di Expo se la ridano sotto i baffi da dietro gli schermi dei loro computer mentre noi postiamo allibiti (e rimbambiti) le loro opere d’alto ingegno.

Aaaah guarda ‘sti babbi come se la menano” pensano riferendosi a noi.

I gestori dei siti internet e dei social network di Expo la sera escono insieme ad ubriacarsi e tramare altre bravate per far incazzare gli italiani e vederli postare indignati frasi del tipo: “Ma è mai possibile!?” oppure: “No, non ci credo, adesso hanno davvero superato ogni limite!”.

Più ci incazziamo e più loro se la ridono, i dispettosi. Immaginiamo conversazioni del tipo:

X:“Oh m’è venuta un’idea: domani scriviamo sul sito delle notizie dedicate all’Expo che il David è di Donatello invece che di Michelangelo!

Y: “Aaaaahhhaha sìsì che figata! Sai come s’incazzano poi! E gli italiani di qua, e l’expo di là…e l’ignoranza…sì sì che ci divertiamo!

expo

Poi corrompono anche le stamperie per realizzare le loro marachelle: “Ragazzi, domani scambiate la Y con la T nel cartellone dei ticket che facciamo un megabuzz e tutti iniziano a scrivere sui social che siamo degli ignoranti e che non se ne può più della solita gestione all’italiana! uahhaha!

but-your-ticket-fieramilano

Nemmeno i gestori dei singoli stand sono riusciti a rimanere estranei alle expocazzole: “Sarebbe davvero una trovata geniale scambiare una regione con l’altra…tipo la Toscana con l’Emilia-Romagna… la facciamo diventare l’Emilia-Toscagna!

11182304_10155423173030363_3758442518993444309_n

Anche se preferiremmo di gran lunga quest’ipotesi…c’è qualcosa che ci fa pensare che non sia così.

Segui DARLIN per rendere il tuo Facebook + POP e creativo!