Ecco il Disneyland della weed


Alcuni ci vedono una presa in giro, eppure il Dakota del Sud ha deciso di fare sul serio. Dopo la legalizzazione della marijuana in alcune parti degli Stati Uniti, le possibilità che la vendita dell’erba si porta dietro sono numerose, così come il numero di posti di lavoro che verranno creati.

disneyland-della-weed

La diversificazione del business ha portato ad un nuovo concetto di parco divertimenti dedicato alla weed nella città di Flandreau. Un progetto che potrebbe consentire ricavi di addirittura 24 milioni di dollari l’anno e la felicità di molti consumatori. Il parco sarà gestito da una tribù amerindiana autorizzata a coltivare la marijuana su tutto il territorio americano, persino negli stati dove l’erba non è ancora legale.
Con un albergo di 120 camere e un’atmosfera tutta d’annusare, potrete finalmente regalarvi un viaggio diverso dal solito Gardaland con i bambini che urlano.

Ovviamente il business sarà regolamentato e i soldi ricavati dall’attività commerciale verranno utilizzati per finanziare la lotta contro la dipendenza dalle droghe. Ci sarà inoltre un sistema di tracciabilità dell’erba per impedire ai clienti di portarsi via quantità troppo grandi di droga.

Lo spazio ricreativo per adulti metterà a disposizione anche slot machines, discoteche, ristoranti e videogiochi. Un coffee shop gigantesco insomma.

Segui DARLIN per rendere il tuo Facebook + POP e creativo!