Ahmed Mohamed, il ragazzino dell’orologio scambiato per una bomba, chiede $15mln di risarcimento


Vi ricordate Ahmed Mohamed, il ragazzino di 14 anni arrestato in Texas lo scorso Settembre dopo aver portato come progetto scolastico un orologio fatto in casa che venne scambiato per una bomba? Ha fatto causa alla città di Irving e al suo distretto scolastico chiedendo 15 milioni di dollari per il danno subito: 10 milioni al comune e 5 milioni alla scuola.

ahmed-mohamed-featured

Nella lettera scritta dall’avvocato di famiglia l’accusa verte sulla violazione dei diritti di Ahmed che, nonostante fosse cittadino americano, è stato comunque discriminato per la sua razza, le sue origini e la sua religione. È stata poi riportata una lista di tutte le conseguenze subite dal ragazzo la cui immagine e nome sono stati infangati, e avanzata la pretesa di ricevere le debite scuse da parte della polizia alla famiglia Mohamed, che ha appena annunciato che si traferirà in Qatar (di certo non perché ormai odia l’America, ma perché Ahmed ha ricevuto un posto nel programma educativo “giovani innovatori” sostenuto dallo sceicco Hamad Bin Khalifa Al Tani. EH, non tutti i mali vengono per nuocere!).

A detta dell’avvocato di famiglia 15 milioni sono pochi. Mmmhh, sì, soprattutto viste le grandi possibilità che gli si sono aperte in seguito. Pochi.

Segui DARLIN per rendere il tuo Facebook + POP e creativo!