7 buoni motivi per uscire con un mancino


Essere mancini è da sempre stato sintomo di disadattamento sociale e fin dai tempi antichi sono stati etichettati come quelli “strani” (l’intolleranza nei loro confronti era tale che addirittura la Chiesa ha deciso che la mano sinistra sarebbe stata la mano del Diavolo). Ancor oggi, purtroppo, il pregiudizio comune li carica di un disagio di cui non riescono a liberarsi, e d’altronde scagli la prima pietra chi non ha mai preso per il culo l’amico mancino! Grazie a degli studi, però, questa piccola categoria di persone potrà finalmente avere la propria rivincita e dimostrare di non essere poi così inutile come si pensava!

left-handed

Ecco 7 buoni motivi per cui uscire con un mancino:

1. Sono più bravi a letto.

Chi l’avrebbe mai detto che essere destri o mancini avrebbe fatto qualche differenza? Eppure le statistiche parlano chiaro: l’86% dei mancini è soddisfatto della propria vita sessuale, e solo il 15% dei destri può dire lo stesso. Le ragioni di tale risultato non sono ancora chiare, ma pare che i mancini abbiano un senso del ritmo migliore … lascio il resto all’immaginazione.

2. Sono dei leader nati.
Secondo la mia modesta esperienza non potrei dire lo stesso, ma probabilmente ho conosciuto solo le eccezioni che confermano la regola, perché a quanto pare 4 degli ultimi 7 presidenti degli Stati Uniti sono mancini (per esempio Obama, Clinton, Bush e Ford). Così anche 4 su 5 ideatori del Mac (Apple) e sex symbols come Marilyn Monroe. Sbagliato mano?

3. Sono dei geni.
A quanto pare non sono il meglio solo in camera da letto, infatti risulta che il 20% dei membri del Mensa Internazionale (il club provato in cui si può accedere solo se il proprio QI è molto alto) sia mancino e secondo uno studio della St. Lawrence University molti di coloro con un’intelligenza superiore a 140 appartiene a questa categoria. Pare, infatti, che siano abituati fin dall’infanzia a utilizzare entrambe le parti del cervello e che ciò li renda più flessibili di altri. Illustri geni mancini furono Charles Darwin, Albert Einstein e Benjamin Franklin. Personcine a caso insomma…

4. Sono rari.
Solo il 10/15% della popolazione mondiale utilizza la mano sinistra, ma Il loro svantaggio è la loro forza, infatti, una ricerca dell’Università di Montpellier ha spiegato che in generale i mancini sono i migliori in ciò che fanno proprio perché hanno sempre dovuto “battersi per sopravvivere”.

5. Riescono a non farsi mancare niente e a sostenersi finanziariamente senza problemi.
Il denaro non è tutto, è vero, ma per i mancini il problema non sussiste. In media hanno il 15% in più delle possibilità di essere più ricchi dei cari amici destri.

6. Sono multitasking.
In realtà tutti noi crediamo di esserlo, ma nessuno lo è veramente; si può dire, però, che i mancini sono più propensi a ricevere stimoli diversi, probabilmente per lo stesso motivo per cui sono anche più intelligenti: usare entrambi i lati del cervello aiuta a essere più reattivi!

7. Sono creativi.
Non bastavano tutte le qualità qui elencate, ma anche la creatività fa parte della loro natura. Poiché contano principalmente sulla parte destra del loro cervello, utilizzata per l’immaginazione, l’emozione e la creatività, i mancini sono riconosciuti per essere i migliori in musica, nelle arti e con le lingue. Per esempio, due illustri artisti mancini furono Leonardo Da Vinci e Michelangelo.

Insomma, pregiudizi o no, gli studi non mentono, e se è vero che il loro talento non si esprime solo sul lavoro ma anche nella vita personale e di coppia, cos’aspettate?
C’è un mancino là fuori che vi aspetta!

Segui DARLIN per rendere il tuo Facebook + POP e creativo!