Un’artista ha trasformato le bambole Bratz in eroine della storia


Vi ricordate le Bratz? Quelle bambole troppo recenti per noi nati prima del 2000 ma non abbastanza vecchie (purtroppo) da finire nel dimenticatoio? Sinceramente parlando nessun sano di mente potrebbe apprezzare quei mostri con la testa enorme truccati in un modo tale da fare invidia a Platinette, ma un diplomatico “de gustibus” non guasta mai. L’artista Wendy Tsao che ha sede a Vancouver la pensa come noi, ma a differenza nostra ha avuto una brillante idea che l’ha resa nota in tutto il web.

bratz-fb

Il suo progetto consiste nell’aver trasformato le Bratz in bambole ispirate a eroine femminili del mondo reale a cui le bambine potessero far riferimento come modelli. Le ha struccate e ricolorate, rendendole simili a personaggi come Malala Yousafzai, J.K.Rowling e molte altre.

Tsao, stanca delle solite principesse Disney e delle bambole frutto di fantasia legate ad un’industria che bada più al guadagno che al vero insegnamento, parla del suo progetto in questo modo: “Esistono donne che sono entrate nella storia e rappresentano delle vere e proprie eroine nel mondo reale, donne con alle spalle storie che sono fonte di ispirazione per il loro coraggio, la loro intelligenza e unicità. Perché non far sì che le bambine imparino qualcosa da loro prendendole come modelli da seguire attraverso il gioco?

Un’idea fantastica che va contro lo stereotipo obsoleto della donna tutta apparenza e forma propinatoci da una società in cui il contenuto sembra non riuscire ad andare di moda.

Di seguito le foto delle bambole-modello:

1997 Malala Yousafzai – un’attivista pakistana e la donna più giovane ad aver vinto un Nobel

bratz2
1965 J.K.Rowling – scrittrice britannica conosciuta principalmente per Harry Potter

bratz3
1965 Waris Dirie – scrittrice, modella e attivista della Somalia

bratz4
1945 Roberta Bondar – prima astronauta canadese

bratz7
1934 Jane Goodall – etologa e antropologa inglese

bratz5

1907 Frida Kahlo – una pittrice messicana

bratz6