Back to 1967: la risposta di David Bowie alla sua prima fan americana


Bowie rimarrà per sempre una leggenda. Imprevedibile, incontrollabile, intoccabile. La strada intrapresa da questo genio sovversivo è stata lunga, ma era solo il 1967 quando uscì il suo primo album. Aveva appena 20 anni e ricevette la sua prima lettera da una fan americana, Sandra Dodd, un’adolescente americana di 14 anni.

Nella lettera Sandra paragonava la musica di Bowie a quella dei Beatles, offrendosi di creare negli USA un fan club a suo nome. Visibilmente toccato e poco abituato al suo futuro statuto di pop star, il giovane artista decise di risponderle subito.

Cara Sandra,
[…] Ero così contento che ho dovuto sedermi e scrivere una risposta immediata, anche se Ken (il manager) mi sta urlando di andare avanti con uno script di cui ha urgente bisogno. Può aspettare” scriveva il Duca Bianco. “Stavo giusto aspettando qualche reazione all’album da parte di ascoltatori americani. Su Billboard e Cash Box c’erano dei commenti, ma sono stati rilasciati da critici professionisti che raramente riflettono le opinioni del pubblico. Tuttavia sono stati molto lusinghieri“.

Il cantante ha poi risposto anche a domande più intime come ad esempio quando fosse nato, la sua altezza, e in particolare a una sul suo vero nome per cui si espresse così: “Il mio nome è David Jones e non devo dirti il motivo per il quale l’ho cambiato“.

Alla fine della lettera, il cantante con grande umiltà ha ringraziato la sua fan: “Grazie di essere stata così gentile e di avermi scritto. Ti prego di farlo di nuovo e raccontarmi un po’ più di te.
Sinceramente,
tuo David Bowie“.

Ecco il testo integrale in inglese:

Segui DARLIN per rendere il tuo Facebook + POP e creativo!